La Cgil sposa immediatamente l’idea: «È innegabile che per ricostruire le politiche industriali, oggi in evidente crisi, serva istituire un’agenzia che, come l’Iri, possa rilanciare lo sviluppo del Paese»

Il Governo è pronto rispolverare l’Iri, il “glorioso” Istituto per la Ricostruzione Industriale protagonista dell’interventismo pubblico nell’economia tra il 1933 e il 2002? «Se serve sì» ha risposto il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, parlando di alcuni dossier caldi come Alitalia, ex-Ilva, e Autostrade nel corso di una audizione sulle linee programmatiche del Mise in commissione Industria al Senato.

I sindacati non credono ai loro occhi e gongolano, i contribuenti iniziano a preoccuparsi del nuovo carrozzone, pronto a essere spolpato come già fece Prodi.

Approfondisci: Il Sole 24 Ore