Il dossier di 80 pagine sulla Tav con l’analisi costi benefici √® stato consegnato all’ambasciatore francese ieri poco dopo le 18

Non una dichiarazione di guerra ma quasi. Visto che le conclusioni, come ampiamente previsto, non danno scampo alla Torino-Lione. Anzi il no al completamento dell’opera, scritto nero su bianco dai tecnici scelti da Danilo Toninelli, non potrebbe essere pi√Ļ netto. Una posizione che la Francia non condivide. Solo l’altro ieri il ministro dei Trasporti Elisabeth Borne, ha invitato l’Italia ad andare avanti, a rispettare cio√® gli impegni assunti a livello internazionale con Parigi e con l’Europa. Sulle stessa linea, come noto, anche Bruxelles che ha ribadito che fermarsi adesso potrebbe costare al nostro Paese 1,2 miliardi di euro, tra penali e soldi da restituire alla Ue. In sostanza, i patti vanno rispettati, anche perch√© sul versante francese hanno gi√† scavato 25 chilometri di gallerie, e anche in Italia i cantieri sono aperti. La tratta √® considerata strategica, fondamentale per collegare i due Paesi e sviluppare i commerci.

Approfondisci: Il Messaggero