Oggi maxi-asta Btp dirà di più

Esame di gennaio superato a pieni voti dall’Italia. Manca ancora l’ultimo tassello rappresentato dall’asta di Btp e CCTeu per massimi 8 miliardi, ma i riscontri arrivati nelle ultime settimane vedono Bot e Btp tornati in auge tra gli investitori con il boom della domanda per il nuovo Btp a 15 anni (richieste per 35 miliardi di euro a fronte di un’emissione di 10 miliardi) che ha segnato una svolta in positivo. Ieri è arrivata un’ulteriore conferma con il ritorno sotto zero dei rendimenti medi di assegnazione del Bot semestrale. Tassi sotto zero che non si vedevano da aprile 2018, ossia poche settimane prima dell’emergere dell’ipotesi di un accordo di governo tra Lega e M5S che portò, da metà maggio in avanti, all’impennata delle tensioni sull’Italia con spread arrivato a 320 pb in autunno quando le tensioni con l’UE sono arrivate ai livelli massimi. A prescindere dallo spread, il costo effettivo del finanziamento del debito è sceso in maniera ancora più marcato con il tasso del Btp decennale giù di oltre 100 punti base dai picchi autunnali. Lo spread attualmente viaggia sui minimi da settembre 2018.

Approfondisci: Finanza Online