Partenza da dimenticare per Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana, sui timori legati all’epidemia di coronavirus. L’indice Ftse Mib arretra dello 0,5% tornando sotto quota 25.000 punti, in scia alla debolezza della seduta di ieri che si è chiusa in calo dell’1,6%

I primi effetti del diffondersi del coronavirus si fanno sentire: nei primi 16 giorni di febbraio, le vendite retail di auto per passeggeri in Cina sono crollate su base annua del 92%. Il governo ha informato che diverse sono le aziende che hanno ripristinato le attività, interrotte a causa dell’emergenza del coronavirus. Il ministero del Commercio ha reso noto, in particolare, che le attività sono riprese soprattutto nelle province di Guangdong e Jiangsu, principali centri dell’export cinese. Diverse aziende hanno riaperto i battenti anche a Shanghai e Shandong.

Approfondisci: Yahoo Finanza