MENUMENU

Economia

Draghi annuncia la ripresa del bazooka monetario

Draghi annuncia la ripresa del bazooka monetario

Il tasso di riferimento resta allo 0,25% e quelli sui depositi presso la Banca centrale saranno negativi per lo 0,4%

Stavolta il “Whatever It Takes” (Faremo tutto quello è necessario”) annunciato da Mario Draghi non è bastato a dare slancio ai mercati che probabilmente si aspettavano un immediato taglio dei tassi d’interesse. Di nuovo, dal consiglio direttivo della Bce è emerso solo l’annuncio che i tassi non saliranno fino a giugno 2020. Forse potranno scendere. Non salire. In ogni caso per ora tutto è Leggi tutto

Borsa

Borse Ue e Piazza affari aprono poco mosse dopo la BCE

Borse Ue e Piazza affari aprono poco mosse dopo la BCE

Borse Europee e Piazza Affari aprono poco mosse all’indomani della riunione della BCE, che si è mostrata aperta a nuovi stimoli in attesa di vedere la prossima mossa della Fed

In Germania i prezzi all’importazione di giugno hanno subito un ulteriore calo, dal precedente -0,1% all’attuale -1,4%, flessione maggiore anche delle attese di contrazione dello 0,7%; su base annua il dato è sceso del 2%, calo maggiore sia delle attese di diminuzione dell’1,3% che della misurazione precedente al -0,2%. Leggi tutto

Infrastrutture

Conte sulla Tav: “Il governo è per il sì”

Conte sulla Tav: “Il governo è per il sì”

Di Maio: “Opera dannosa, decidano le Camere”

Il premier su Facebook: “Nuovi finanziamenti europei, non farla costerebbe più che realizzarla. Ma il Parlamento è sovrano”. E Salvini: “Si farà come voleva la Lega”. Grillo avrebbe parlato di “tradimento”. Zingaretti: “Perso più di un anno”. L’ironia di Renzi: “Ci arrivano dopo”. Il governo scioglie le riserve e dice sì alla Tav. Alla vigilia della sua informativa in Parlamento sul caso Savoini, è stato lo stesso premier Giuseppe Conte a spiegare la posizione dell’esecutivo con una diretta Facebook che ha fatto cantare vittoria a Matteo Salvini e ha scatenato le ire del Movimento 5 stelle, cui non Leggi tutto

Accordi

Firmato il nuovo contratto dei medici, era atteso da 10 anni

Firmato il nuovo contratto dei medici, era atteso da 10 anni

200 euro di aumento medio mensile. L’accordo vale per 130mila camici bianchi

L’ipotesi di rinnovo è stata firmata da tutti i sindacati medici (78 per cento), tranne la federazione Cimo-Anpo-Fesmed (22 per cento). È stato appena firmato all’Aran (Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni) il rinnovo del contratto dei medici Leggi tutto

Borsa

Milano in timido rialzo alla vigilia della Bce, occhio a Unicredit

Milano in timido rialzo alla vigilia della Bce, occhio a Unicredit

Domani il consiglio della Banca centrale europea. Ma solo a settembre, se le previsioni saranno ancora in calo, Investec AM si aspetta un modesto taglio dei tassi di 10 punti base e una nuova iniezione di Qe

Borse europee positive in avvio di seduta ed euro sulla difensiva (cross euro/dollaro a 1,1149) alla vigilia del consiglio della Bce sui tassi. “I dati dell’Eurozona sono, con sorpresa, in rialzo. A livello dei singoli Stati, Leggi tutto

Politica

Autonomia, Fontana e Zaia rispondono a Conte

Autonomia, Fontana e Zaia rispondono a Conte

“Feriti dalle sue esternazioni, noi non vogliamo la secessione”. “Non firmeremo mai lʼintesa se si continua con questa farsa. Noi vogliamo unʼautonomia vera, che farà bene anche al Sud”

Salvini: “Non accetteremo un no”Martedì a Palazzo Chigi ci saranno due riunioni decisive. La replica del premier Conte: “Toni cambiati”. In una lettera aperta i presidenti di Lombardia e Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia, tornano ad attaccare il premier Conte sulla questione autonomia. Leggi tutto

Borsa

Mercati: avvio poco mosso per borse Ue e Piazza affari, focus su trimestrali

Mercati: avvio poco mosso per borse Ue e Piazza affari, focus su trimestrali

Avvio poco mosso per borse Ue e Piazza Affari, focus sulla stagione delle trimestrali; attenzione anche al blocco delle navi britanniche nello stretto di Hormunz; Bce attesa per giovedì

Riaccese le tensioni con l’Iran dopo che due navi, una britannica -la Stena Impero-, e un altra battente bandiera liberiana -la Mv Mesdar- ma appartenente alla Norbulk British Shipping, sono state bloccate nello stretto di Hormunz. Leggi tutto