I ministri degli stati membri dell’Unione europea hanno respinto la proposta di  rendicontazione paese per paese per le società multinazionali, che avrebbe obbligato a rendere pubblici i dati sull’ammontare delle imposte che pagano in ogni paese

Le multinazionali restano opache: la maggioranza degli stati dell’Unione europea non vuole che i giganti dell’economia dichiarino pubblicamente quanto e dove pagano le tasse. All’interno del Consiglio Ue, non è solo il gruppo dei soliti noti paradisi fiscali dell’Unione europea, come Lussemburgo, Irlanda e Malta, ad aver bocciato la proposta, ma si è aggiunto un numero consistente di paesi, tra cui Austria e Svezia, mentre la Germania si è astenuta. Italia, Francia, Spagna, Danimarca, Paesi Bassi, Belgio, tra i paesi che invece hanno votato a favore.

Approfondisci: Italia Oggi