Il presidente cinese Xi Jinping prepara il viaggio in Italia con un piano di nuove infrastrutture logistiche

In Genova intravede un potenziale di sviluppo per la nuova Via della Seta. Come sta già facendo a Trieste. Le mani della Cina sul porto di Genova: Pechino ha fatto rotta sulla Liguria e dopo l’interesse manifestato per Savona, le agenzia cinesi per le infrastrutture puntano al bersaglio grosso. Il presidente dell’Authority portuale di Genova e Savona, Paolo Emilio Signorini, dovrebbe firmare il prossimo 23 marzo un memorandum per la costituzione di una società con il più grosso gruppo di costruzioni cinese, quello delle «quattro C», Cccc (Chinese Communications Construction Company) per la realizzazione di alcune grandi opere necessarie al sistema logistico ligure, un progetto che vede al centro il rilancio del porto di Genova. Ma il condizionale è d’obbligo perché le tensioni geopolitiche tra Usa, Ue e Cina stanno provocando più di qualche imbarazzo (qui l’articolo e le polemiche sulla Via della Seta).

Approfondisci: Corriere della Sera