Mario Draghi spinge le banche a fare pi├╣ prestiti. Le misure per contrastare la prolungata fase di debolezza dell’economia europea

La Bce torna a sostenere la ripresa dell’eurozona e lo spread crolla. Il differenziale ai minimi da maggio 2018, dopo la decisione di far ripartire l’acquisto dei titoli di stato. Il consiglio direttivo della Banca centrale ha deciso di tornare ad acquistare al ritmo di 20 miliardi di euro al mese da novembre e ha tagliato il tasso sui depositi a -0,50% da -0,40% per permettere un ulteriore stimolo. Inoltre, la Bce fornir├á mexi-prestiti a basso costo alle banche dell’Eurozona per facilitare il credito all’economia reale.

Approfondisci: La Presse