Esposto Codacons contro i disservizi, ma per l’Agenzia delle Entrate sono casi fisiologici: la percentuale di errori si è attestata intorno al 6%

Il Codacons è pronto a presentare un esposto per interruzione di servizio. Secondo l’associazione dei consumatori l’introduzione dell’obbligo della fatturazione elettronica, a partire dall’inizio dell’anno, si è tradotta in un flop con tanto di disagi e disservizi. L’estensione ai privati dell’obbligo della cosidetta e-fattura era previsto da tempo dall’Agenzia delle Entrate, dopo che già dal 2015 è stato reso obbligatorio per tutti i fornitori della pubblica amministrazione. Alle lamentele del Codacons l’Agenzia fiscale, affidata dallo scorso mese di agosto alla guida di Antonino Maggiore, replica fornendo i dati e i risultati del monitoraggio effettuato in questi primi giorni di gennaio. «Le nostre sonde informatiche che monitorano i flussi dei dati all’interno dei server — osservano dall’Agenzia delle Entrate — non hanno rilevato alcuna particolare criticità, tanto meno ci risultano interruzioni del servizio».

Approfondisci: Corriere della Sera