2.900 subito. Patuanelli «deluso». Incontro al ministero dello Sviluppo economico

Arcelor Mittal ha presentato, in occasione dell’incontro che si è tenuto al ministero dello Sviluppo economico nel pomeriggio di mercoledì 4 dicembre, un nuovo piano al 2023 per la ex Ilva di Taranto che prevede 4.700 esuberi a fine percorso, di cui 2.900 devono essere tagliati subito. I sindacati hanno respinto al mittente l’ipotesi aziendale spiegando, nel corso del vertice, presente il ministro Stefano Patuanelli, che per loro resta valido l’accordo del settembre 2018. Di qui la decisione di prevedere uno sciopero dei lavoratori ex Ilva e una manifestazione nazionale a Roma il 10 dicembre.

Approfondisci: Il Sole 24 Ore