Offensiva sulla paga oraria. Quasi tre milioni di lavoratori ora guadagnano meno

Circa tre milioni di lavoratori, più di uno su cinque, guadagna meno di 9 euro lordi l’ora, la soglia che i grillini vorrebbero fissare come salario minimo. Un livello base che, se fosse introdotto, comporterebbe un aumento di stipendio annuo di più di mille euro, ma anche un aggravio di costo per le imprese ci circa 2,3 miliardi. Un conto che salirebbe in maniera esponenziale, fino a 34 miliardi di euro, se il riferimento fosse quello dei 9 euro netti, come prevede l’analoga proposta del Pd. È su questi numeri che si gioca la battaglia sulla retribuzione minima legale, l’ultima bandiera issata dai 5 Stelle, dopo quella del reddito di cittadinanza. Una bandiera che, però, il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, punta a far sventolare con prudenza, per l’ostilità manifestata non solo delle associazioni imprenditoriali ma anche dei sindacati, sulla scorta del timore che la nuova misura potesse vanificare i contratti collettivi nazionali.

Approfondisci: Quotidiano.net