Lo stop è arrivato direttamente dal quartiere generale del fondo americano, a New York, poche ore dopo le dichiarazioni rassicuranti dei commissari di Carige sulla bontà del piano di salvataggio della banca

Blackrock, dalla notte di mercoledì, è ufficialmente fuori dai giochi: troppo oneroso, secondo gli analisti del fondo, il prezzo da pagare per rimettere in sesto la Cassa di Risparmio. Una retromarcia clamorosa, quella del gruppo Usa: l’offerta vincolante, che era attesa entro venerdì 17 maggio secondo la scadenza dell’ultima proroga concessa dalla Bce, fino a ieri era considerata da tutti poco più di una formalità.

Approfondisci: Il Secolo XIX