Nel 2020 0,9%, poi 1% ma rischi previsioni “al ribasso”

Bankitalia taglia le stime del Pil. La proiezione centrale della crescita – si legge nel bollettino economico – √® pari allo 0,6% quest’anno, 0,4 punti in meno rispetto a quanto valutato in precedenza.

Le previsioni sono nel 2020 e nel 2021 rispettivamente dello 0,9 e dell’1%, ma i rischi per la crescita sono al ribasso.

“In Italia, dopo che la crescita si era interrotta nel terzo trimestre, gli indicatori congiunturali disponibili suggeriscono che l’attivit√† potrebbe essere ancora diminuita nel quarto”, dice ancora Bankitalia. E se si verificasse, una simile possibilit√† equivarrebbe a una recessione tecnica.