Fondazioni al bivio tra Cdp e F2i. Oggi incontri decisivi a margine del consiglio Acri. A breve anche cda del fondo. La spinta dell’ex Guzzetti per il riassetto “privato” e le difficoltĂ  del conferimento

L’ormai imminente riassetto di Autostrade per l’Italia (Aspi), che ha come presupposto la separazione societaria dalla controllante Atlantia che fa capo alla Edizione dei Benetton, coinvolge anche il mondo delle Fondazioni. Sia nell’ipotesi di un intervento pubblico in Aspi di Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) sia nel caso in cui sia il fondo F2i a diventare il maggiore socio di Autostrade, le grandi Fondazioni saranno chiamate a breve a dare il loro parere vincolante nel ruolo di azionista di minoranza di Cassa Depositi e di sottoscrittori del fondoF2i, in entrambi i casi con rappresentanti nei consigli di amministrazione.

Approfondisci: Il Sole 24 Ore