Il gruppo francese avrebbe deciso di sfilarsi dalla partita per il salvataggio di Alitalia: una decisione “dovuta a motivi politico-istituzionali”

Pesano le tensioni tra Francia e Italia, tanto che la compagnia di bandiera d’Oltralpe ha deciso di sfilarsi dal tentativo di salvataggio di Alitalia: una decisione “dovuta a motivi politico-istituzionali”, riferiscono al Sole 24 Ore “fonti autorevoli”, dopo la decisione del governo francese di richiamare il proprio ambasciatore a Roma alla luce delle tensioni con l’Italia. La mossa, se confermata, complicherebbe la ricerca di un partner industriale per Fs nell’operazione che punta al rilancio della compagnia aerea. Che, si ricorda, continua a bruciare la cassa del prestito ponte da 900 milioni.

Approfondisci: La Repubblica