Nella città svizzera arriveranno in tutto 3000 leader, tra cui 53 capi di Stato e di governo, da 117 paesi del mondo

Si accendono i riflettori su Davos dove domani prender√† il via ufficialmente il World Economic Forum. L’evento, ormai cinquantenario, avr√† quest’anno al centro delle discussioni il clima e l’ambiente. Il titolo, “Stakeholders for a cohesive and sustainable world”, azionisti responsabili per un mondo coeso e sostenibile, gi√† anticipa un ‘brainstorming’ di geopolitica ‘green’ e ‘social’ come mai nella storia del Forum. Si parler√† poi delle diseguaglianze sociali. L’appello dell’Oxfam alla vigilia del Forum non lascia dubbi sulla necessit√† di intervenire: nel mondo oltre 2000 ‘Paperoni’ gestiscono una ricchezza maggiore di quella complessiva di 4,6 milioni di persone. E l’Italia non fa eccezione: l’1% della popolazione gestisce una ricchezza pari a quella detenuta dal 70%. Il Wef avverte in un altro rapporto che la chiave di volta non pu√≤ essere per i governi che quella di fare leva su una maggiore mobilit√† sociale. Intanto √® tutto pronto per quello che verr√† ricordato come “uno degli eventi pi√Ļ eco-sostenibili mai tenuti al mondo”, come hanno annunciato gli stessi organizzatori.

Approfondisci: Agi