Decreto per il salvataggio di Carige, lo Stato garantirà i nuovi bond

La possibilità della nazionalizzazione. Bankitalia in campo per fornire liquidità. I commissari Innocenzi, Modiano e Lener, incontrano il ministro dell’Economia, Giovanni Tria. Ora accelera anche la vendita degli npl, mentre si guarda a Unicredit per la fusione.
Doppio intervento di protezione del governo su Banca Carige, in particolare per preservare la liquidità dell’istituto. Con un decreto legge approvato lunedì sera in un consiglio dei ministri straordinario convocato d’urgenza in giornata, con un solo punto all’ordine del giorno e durato poco meno di mezzora, il Tesoro garantirà le nuove emissioni obbligazionarie di Carige ma anche i «finanziamenti erogati discrezionalmente dalla Banca d’Italia» alla banca ligure, posta in amministrazione straordinaria il 2 gennaio dalla Bce. Tutte garanzie «concesse nel rispetto della normativa in materia di aiuti di Stato» con la Ue.

Approfondisci: Corriere della Sera