Forse la maggiore sorpresa sono i due Paesi europei inclusi nella lista: Italia e Grecia

Degli altri sei che, in virtù di un’esenzione decisa dalla Casa Bianca, potranno continuare ad acquistare greggio iraniano per almeno altri sei mesi, si sapeva già da tempo. E si poteva comunque prevederlo. Sono Cina, India, Corea del Sud, Turchia (i primi quattro acquirenti di greggio iraniano) , Giappone e Taiwan.

Approfondisci: Il Sole 24 Ore