Il mare da vedere, e da gustare!

Esperienza, determinazione, ambizione, in due parole Savatore Musella, chef d’eccellenza di famiglia, da almeno tre generazioni.
Classe 1949, carismatico e sempre pronto a mettersi in gioco.

Dopo ben 15 anni a fianco di Claudio Pasquarelli a Bergeggi, noto per essere stella Michelin, Savatore dal 2009 al 2016 prende il timone di Kapperi, uno dei ristoranti più prestigiosi di Genova; chi è passato di li’ anche solo da turista ha potuto assaporare le prelibatezze più sfiziose, grazie all’estro del maestro.
Oggi lo ritroviamo in una nuova location del tutto rinnovata, Olivè (ex Albikokka) una struttura di forte impatto che si affaccia sul mare di Genova Quarto e che gode di una splendida terrazza, nella quale sono stati piantati quattro ulivi, simbolo che li contraddistingue.
La vista è mozzafiato e durante la bella stagione si può approfittare di un buon pranzo all’aperto, una cena a lume di candela e perchè no, di un cocktail elegante al tramonto.
Olivè è un ristorante di charme con una grande sala interna, ancora una volta Musella è pronto a stupire anche i palati più raffinati, lo chef executive del locale, nonchè direttore generale, ci racconta la sua passione per la cucina e di come le sue tradizioni si sposino con ciò che mette in tavola.
Dal polpo in doppia cottura su crema di basilico, al tonno spadellato con semi di papavero, e per gli amanti delle spezie, al curry, all’orata farcita di gamberi con zabaione di pomodoro.
Per chi invece preferisce un primo piatto, carbonara di gamberi con ricotta affumicata, tagliolini cacio e pepe con bottarga di muggine e lime, un mix di profumi e colori che ci accompagnano all’atteso dessert.
Da buon partenopeo infatti non può mancare la caprese, tipico dolce di Capri impastato con farina di mandorle, una sorta di torta presentata in monoporzione, e per i più tradizionalisti il cuore caldo al cioccolato fondente in scorza d’arancia, un vero must dal sapore intenso e deciso.
Lo chef Musella apre ufficialmente le porte di Olivè e Genova avrà ancora una volta qualcosa da raccontare.

 

Alessia Gerbi – Redazione Business24