Gli anni del boom, la Punto, la crisi. Ora la nuova sfida hi-tech. Il sociologo Manghi: «È iniziata la quinta vita dello stabilimento»

La fabbrica delle fabbriche cambia pelle un’altra volta. E, trasformata dalla rivoluzione digitale, diventa il cuore della nuova scommessa di Fiat Chrysler, che sceglie Torino per la produzione della 500 elettrica. Era il segnale che la città si aspettava: Mirafiori torna al centro dello scacchiere globale, un impianto-piattaforma in cui la tecnologia più avanzata si sposa con il lusso. La sfida di Mike Manley porta in una nuova era sia l’auto simbolo – la cui presentazione, nel luglio del 20…

Continua la lettura: La Stampa