Come ogni legge di Bilancio che si rispetti anche la prima manovra del governo gialloverde riserverà più di una sorpresa per le tasche dei contribuenti

Sotto forma di aumenti di imposte e tasse. In alcuni casi l’incremento è indicato in maniera palese dalle norme, come accadrà per i 370 milioni in più attesi da giochi e tabacchi. In altri è previsto soltanto in via indiretta, come per le addizionali Irpef e Imu. Senza interventi in Parlamento, dal 1° gennaio 2019, sindaci e governatori potranno alzare l’asticella del prelievo fino ai massimi di legge. Non essendo stato prorogato lo stop valido fino a fine 2018.

Approfondisci: Il Sole 24 Ore