4,7 miliardi di deficit e 11,2 di debito

(la Repubblica/Bloomberg) Il salvataggio delle banche venete pesa sia sul deficit sia sul debito italiano. Secondo il verdetto arrivato nei giorni scorsi da Eurostat (atteso dall’Istat per ricalcolare domani i valori delle due grandezze rispetto al Pil 2017), l’impatto sul deficit delle operazioni Veneto Banca e Popolare di Vicenza √® stato di 4,7 miliardi sul deficit (pari all’intervento di cassa a favore di Intesa Sanpaolo che ha inglobato la parte buona degli istituti) e 11,2 miliardi sul debito (includendo le garanzie).
I nuovi dati aggiornati sul conto delle amministrazioni pubbliche saranno resi noti domani da Istat.Nella stima diffusa a inizio marzo, l’Istituto di statistica calcolava l’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche al -1,9% del Pil, a fronte del -2,5% del 2016, ma appunto non includendo gli effetti della liquidazione delle banche venete. In valore assoluto l’indebitamento era allora calcolato in -33.184 milioni di euro, in diminuzione di circa 8,5 miliardi rispetto a quello dell’anno precedente. Il debito risultava sceso al 131,5% del Pil dal 132% del 2016.

articolo completo: http://www.repubblica.it/economia/2018/04/03/news/il_conto_del_salvataggio_delle_venete_4_7_miliardi_di_deficit_e_11_2_di_debito-192868311/