Il governo ha rivisto le previsioni di deficit/pil. Salvini ha escluso una marcia indietro sulla manovra se lo spread arriva a 400 punti.

Euro schiacciato sotto 1,15 dollari in attesa dei dati macro Usa. Sotto i riflettori Fca, Banca Ifis e Astaldi. Piazza Affari √® cauta in avvio di seduta anche se il governo ha rivisto le previsioni di deficit/pil. L’obiettivo 2019 resta confermato al 2,4%, ma scende al 2,1% nel 2020 e all’1,8% nel 2021 rispetto alla prima indicazione di 2,4% per entrambi gli anni fornita la settimana scorsa. Inoltre √® stato annunciato un rapporto debito/pil sotto il 130% l’anno prossimo e in ulteriore calo al 126,5% nel 2021. La nota di aggiornamento al Def, con il quadro completo di finanza pubblica, dovrebbe arrivare in giornata.

Leggi tutto: Milano Finanza