Si concentrano durante le feste, riguardano piccoli importi ma molto frequenti

(Finanza.com) Velocità di acquisto, propensione a operare a tarda notte e desiderio di beni che costano poco o che possono essere consegnati immediatamente. Queste le principali caratteristiche delle truffe online che aumentano parallelamente alla crescita dell’eCommerce. A delinearle la ricerca di Stripe, che ha rilevato i modelli comportamentali fraudolenti più diffusi per offrire alcune linee guida nella difesa e lotta contro le frodi sul web.I paesi a più rischio truffa online.
I tassi di frode variano a seconda del paese. In particolare, il paese di emissione di una determinata carta può incidere sulla probabilità che una transazione sia lecita, alterando i tassi di frode di una percentuale che può arrivare addirittura al 300%. Per esempio le carte emesse in Argentina, Brasile, India, Malesia, Messico e Turchia tendono a essere più soggette a frodi di quelle emesse in molte altre aree geografiche. Ma anche le carte statunitensi, canadesi e francesi sono particolarmente vulnerabili.Giorni e fasce orarie più vulnerabili
Nei giorni di forti acquisti, il tasso di frodi tende a essere inferiore. In altre parole, il tasso di frodi online in proporzione al traffico complessivo tende ad aumentare quando la gente comune non fa così tanti acquisti, per esempio nel giorno di Natale e S.Stefano. Lo stesso vale per le fasce orarie dei singoli giorni: il tasso di frodi raggiunge il picco nelle ore più tranquille, a tarda notte, e diminuisce durante il giorno.Truffatori dieci volte più veloci nell’acquisto
Ci si potrebbe aspettare che i truffatori acquistino costosi televisori o gioielli, ma in realtà i dati mostrano che la maggioranza delle frodi online riguarda beni poco costosi. Le loro spese risaltano significativamente sotto altri aspetti, come la velocità delle transazioni. Dopo aver effettuato con successo un acquisto con carta di credito presso un determinato venditore, il truffatore tende a essere molto veloce nell’effettuarne altri presso il medesimo venditore: fino a dieci volte più veloce dei titolari effettivi di carte di credito/debito.Come i truffatori evitano il problema della consegna
Un problema fondamentale per i truffatori online è legato alla consegna. Il recapito di beni materiali presso un’abitazione o un ufficio associato al truffatore, o a qualunque persona appartenente alla sua rete di contatti, comporta rischi evidenti. D’altro canto anche la consegna della maggior parte dei beni a un indirizzo non associato o in un luogo pubblico può far suonare un campanello d’allarme. Per aggirare questi problemi i truffatori tendono ad acquistare prodotti che non necessitano di consegna, o prodotti che sono consegnati comunemente in posti non associati all’acquirente. Molti servizi, a differenza dei beni materiali, non necessitano di consegna.