Secondo dati Istat, record di contratti di lavoro a termine, per un totale di 2,8 mln di occupati con questa modalità

Nel terzo trimestre 2017 il mercato del lavoro presenta “un quadro di crescita dell’occupazione, stabilit√† della disoccupazione e diminuzione dell’inattivit√†”.
Lo afferma l’Istat nella rilevazione trimestrale sul mercato del lavoro italiano.

“L’occupazione stimata dall’indagine sulle forze di lavoro, al netto degli effetti stagionali, √® pari a 23,74 milioni di persone, in aumento di dello 0,3% rispetto al trimestre precedente”, si legge nel comunicato. “La dinamica tra il terzo trimestre del 2017 e lo stesso periodo dell’anno precedente porta a una crescita di 303mila occupati (+1,3%)”.

Boom di occupati a termine
Prosegue invece il boom degli occupati a termine anche nel terzo trimestre dell’anno. Nel periodo in esame i dipendenti a termine sono quasi 2,8 milioni (2,784 milioni), al top dall’inizio della serie iniziata nel quarto trimestre del 1992. Nel terzo trimestre salgono del 3,9% rispetto al trimestre precedente, e del 13,4% rispetto allo stesso trimestre del 2016.

Disoccupazione stabile
Per quanto riguarda la disoccupazione, nel terzo trimestre rimane stabile all’11,2% rispetto al trimestre precedente e diminuisce di 0,4 punti in confronto a un anno prima. Quella giovanile, invece, cala di 2,2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, attestandosi al 32,3%. Il tasso per gli under 25 √® al 30,4% per gli uomini e al 35,2% per le donne, con una flessione rispettiva di 1,9 e 2,5 punti.

 

Fonte: Il Giornale